Aspiranti donatori - AVIS

Vai ai contenuti

Menu principale:

Aspiranti donatori

FAQ & Info

NOTA INFORMATIVA SU AIDS ED
ALTRE INFEZIONI TRASMISSIBILI
CON IL SANGUE
PER L’ASPIRANTE DONATORE



Caro amico, ci sono malattie infettive come epatite ed AIDS che possono essere trasmesse tramite la trasfusione di sangue. Alcune abitudini di vita espongono maggiormente al rischio di contrarre tali infezioni e quindi trasmetterle; poiché i test di laboratorio non sono sempre in grado di identificare i soggetti infettatisi di recente, è NECESSARIO ESCLUDERE DALLA DONAZIONE (temporaneamente o definitivamente) I SOGGETTI PIU’ ESPOSTI A TALI RISCHI


I PRINCIPALI CRITERI DI ESCLUSIONE SONO:
Assunzione di droghe
Comportamenti sessuali ad alto rischio di trasmissione di malattie infettive (rapporti con partner sconosciuti od occasionali); sono compresi i soggetti che hanno rapporti sessuali in cambio di denaro o droga
Tatuaggi nell’ultimo anno o altre manovre cruente con materiale potenzialmente infetto
Rapporti sessuali con persone esposte ai suddetti rischi (o che si sappia essere sieropositive ai test dell’Epatite B, dell’Epatite C, dell’AIDS o della Sifilide)
Trasfusioni di sangue o di altri emocomponenti nell’ultimo anno

TALI EVENTI DEVONO MANCARE NELLA STORIA PERSONALE DEL DONATORE


Per il problema del "morbo della mucca pazza" in via cautelativa non è idoneo a donare anche chi ha:
soggiornato per oltre 6 mesi cumulativi nel Regno Unito dal 1980 al 1996
ricevuto trasfusioni allogeniche (non autotrasfusioni) nel Regno Unito dal 1980
ricevuto ormoni ipofisari di origine umana o subito il trapianto di cornea o di dura madre
avuto in famiglia casi di "encefalopatie spongiformi" (morbo di Creutzfeld-Jacob e simili)

Chi dona il sangue compie un atto generoso altamente filantropico; pertanto se ha anche il solo DUBBIO di poter creare danno al paziente DEVE astenersi dalla donazione. Il colloquio con il Medico del Centro Trasfusionale, vincolato al più rigoroso segreto professionale e d’ufficio, potrà aiutarla a chiarire e valutare meglio la possibile esposizione a rischi. Le ricordiamo inoltre che la donazione non comporta nessun rischio di contrarre queste infezioni, perché ad ogni prelievo viene usato materiale sterile, eliminato dopo l’uso

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu